Campo di Lavoro e Solidarietà 2013

 La 20-esima edizione del Campo di Lavoro e Solidarietà, organizzato dallo Shekinà, si è svolta nelle giornate del 15, 16 e 17 Marzo. E' stato un fine settimana faticoso e fruttuoso per il quale hanno cooperato tantissime realtà del territorio. Abbiamo raccolto generi di prima necessità, articoli per l'igiene personale, abbigliamento intimo ed articoli per bambini, per case-famiglia, mense, strutture di accoglienza e di assistenza. Siamo stati presenti con gazebo, banchetti e raccolta porta a porta al Vomero, Camaldoli, Rione Alto, Colli Aminei ed Agnano.
Quest'anno hanno partecipato oltre 450 ragazzi. Il risultato è stato più che soddisfacente perché la quantità di beni raccolta è stata superiore allo scorso anno, grazie alla generosità della nostra gente ed all'impegno profuso da tanti volontari piccoli e grandi, occasionali o costanti, organizzati o singoli. Ma soprattutto abbiamo visto la passione e l'energia di cui sono capaci i giovani quando s'impegnano per il prossimo.
Il Campo di Lavoro, arrivato alla sua ventesima edizione, è ormai una realtà consolidata sul territorio e, anno dopo anno, si va estendendo ben al di la dei confini del Vomero diventando un evento cittadino. Abbiamo voluto ricordarne la storia sabato sera, 16 Marzo, regalandoci una serata di festa che abbiamo intitolato «Gran Galà della Solidarietà», a cui hanno partecipato tanti protagonisti «storici» delle origini, quando il Campo si svolgeva nel periodo natalizio ed aveva la sua sede presso i Salesiani del Vomero, quando lo Shekinà ancora non esisteva. Antonio d'Urso, già direttore dell'ufficio diocesano di Pastorale Giovanile e storico direttore e fondatore dello Shekinà, ci ha aiutato a richiamare alla memoria quei momenti, la genesi del Campo come esigenza di carità emersa dal territorio ed il suo successo. Si è anche ricordato il valore del supporto degli Scout, anno dopo anno, e delle tante realtà che collaborano alla riuscita di un evento tanto vasto.
Il cuore pulsante del Campo è stata, come sempre, la Tenda di Preghiera, eretta nei giardinetti di Via Ruoppolo. Lì è rimasto esposto il Santissimo per tutta la durata della manifestazione e tante persone si sono alternate in un “orologio di preghiera”.
Domenica mattina si è completata la raccolta. Alla fine gli scatoloni, assemblati dagli Scout che facevano servizio di magazzino, occupavano anche il corridoio dello Shekinà! Nel pomeriggio il materiale raccolto è stato già consegnato ai beneficiari, mentre in Shekinà si celebrava la Messa, con gli operatori, gli scout ed i ragazzi che hanno voluto rimanere, per chiudere degnamente le fatiche.
Dobbiamo molto del successo di quest'anno al coinvolgimento delle scuole e di tanti professori, che, con passione, hanno portato le loro scolaresche e le hanno accompagnate nelle giornata di raccolte, fra distribuzione di volantini, tende, supermercati, porta a porta nei palazzi. E' stato questo il vero punto di forza del Campo di Lavoro.
Ringraziamenti doverosi vanno alle parrocchie che si sono impegnate nell'organizzazione e nella raccolta, mettendo a disposizione persone, tempo, strutture ed energie, ed ai diversi gruppi scout coinvolti Scout, che si sono presi in carico il magazzino centrale, selezionando ed impacchettando la mole di materiale raccolto, ed anche le operazioni di volantinaggio e raccolta in più zone, in proprio o collaborando con le altri gruppi ed associazioni.
Parimenti dobbiamo ringraziare i tanti singoli che, a titolo personale, hanno dato il loro contributo con impegno e passione. Alcuni di loro rinnovano la loro passione per il Campo ormai da molti anni.
Intorno al Campo, insomma, si è attivata una vera e propria rete, composta di singoli, gruppi ed associazioni, che hanno dimostrato di essere pienamente in grado di lavorare assieme e dare, in questo modo, il meglio di se. Come sempre il valore di un gruppo è ben più della semplice somma delle parti.

 

 

        

 

 

Informazioni aggiuntive